La Legge di stabilità 2018

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 284 del 05.12.2017 il decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2018.

Tra le misure principali, si segnalano le seguenti novità:

  • Estensione della rottamazione delle cartelle permettendo:
    al debitore di effettuare entro il 30 novembre 2017 il         pagamento delle rate della definizione agevolata dei carichi scadute a luglio e a settembre 2017;
    ai debitori che in precedenza si erano visti respingere le istanze perché non in regola con il pagamento delle rate, in scadenza al 31/12/2016, dei piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016 di accedervi;
    anche ai carichi affidati all’agente della riscossione dal primo gennaio al 30 settembre 2017.
  • Estensione dello split payment a tutte le società controllate dalla P.A.
  • Investimenti pubblicitari con credito di imposta pari al 75% della quota incrementale dell’investimento rispetto all’anno precedente, e al 90% nel caso di microimprese, Pmi e start-up innovative.
  • Voluntary disclosures per le somme e le attività detenute all’estero da soggetti precedentemente residenti all’estero
  • Sostegno grandi imprese in crisi – Nell’ambito del fondo per la crescita sostenibile è istituito uno specifico stanziamento destinato all’erogazione di finanziamenti in favore di imprese di grande dimensione che presentano rilevanti difficoltà finanziarie ai fini della continuazione delle attività produttive e del mantenimento dei livelli occupazionali.

Di seguito alcune tra le misure presenti nella manovra 2018, in     discussione alla Camera con numerose modifiche.

  • Stop aumento Iva e accise
  • Competitività – Sono confermate molte misure di contenimento della pressione fiscale e sviluppo, già contenute nella precedente legge di bilancio, quali le agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed energetica, il superammortamento e l’iperammortamento.
  • Sostegno investimenti Pmi (Nuova Sabatini) – Per assicurare continuità operativa e qualificare maggiormente gli investimenti in chiave “Industria 4.0.” è prorogata la misura di promozione delle piccole e medie imprese nota come “Nuova Sabatini”.
  • Incentivo triennale per l’occupazione giovanile stabile (contratti a tempo indeterminato e apprendistato).
  • Rinnovo contratti pubblico impiego
  • Ape sociale con bonus donne, Ape volontario prorogato di un anno e semplificazione di Rita “Rendita integrativa temporanea anticipata”.
  • Bonus cultura per i diciottenni per l’acquisto di biglietti del teatro o del cinema, l’acquisto di libri e musica registrata, per l’ingresso ai musei.
  • Misure per il Mezzogiorno – Viene rifinanziata la misura che prevede l’ampliamento del credito di imposta per acquisto di bene strumentali nuovi destinati a strutture produttive del Sud. Vengono prorogate le agevolazioni per le assunzioni a tempo indeterminato nel Mezzogiorno, agevolazioni complementari a quelle già previste dalla normativa nazionale.
  • Sport – Per la prima volta, si prevede un ‘pacchetto’ di misure dedicate esclusivamente allo sport, tra le quali l’istituzione di un fondo ad hoc destinato a tutelare la maternità delle atlete e misure di incentivazione di natura fiscale.

Fonte: www.fiscoetasse.com