• Senza categoria

Fondo attività chiuse: il Sostegni ter rifinanzia con 20 ML

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n 21 del 27 gennaio 2022 il Decreto Legge n 4 noto come Decreto Sostegni Ter.

Con l'art 1 sono previste norme a beneficio delle attività chiuse a causa della Pandemia quali ad esempio discoteche, sale da ballo night-club e simili.

Fondo attività chiuse: 20 ML per il 2022

In particolare, il Fondo per il sostegno delle attività economiche chiuse (di cui  all'articolo  2  del  decreto-legge  25  maggio  2021,  n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106) è rifinanziato in misura pari a 20 milioni di euro per l'anno 2022 destinati alle attività che alla data del 27 gennaio, data di entrata in vigore del decreto, risultano chiuse in conseguenza  delle misure di prevenzione adottate ai sensi dell'articolo 6, comma 2, del decreto-legge 24 dicembre 2021, n. 221.
Inoltre, per  i  soggetti  esercenti   attività  d'impresa,  arte o professione, aventi il domicilio fiscale, la sede legale o  la sede operativa nel territorio dello Stato, le cui attività sono vietate o sospese fino al 31 gennaio 2022 ai sensi dell'articolo 6, comma 2, del decreto-legge 24 dicembre 2021 n. 221, sono sospesi:
a) i termini relativi ai versamenti delle ritenute alla fonte, di cui agli articoli 23 e 24 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 e delle trattenute relative all'addizionale regionale e comunale, che i predetti soggetti operano in qualità  di sostituti d'imposta, nel mese di gennaio 2022;
b) i termini  dei  versamenti  relativi  all'imposta sul valore aggiunto in scadenza nel mese di gennaio 2022.
Si specifica che i versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un'unica soluzione entro il 16 settembre 2022. 

Inoltre la norma chiarisce che non si dà luogo al rimborso di quanto già versato.