Opzione Donna e riscatti agevolati ante 1996: ok dell’ INPS

L'INPS ha pubblicato nel Messaggio n. 4560 del 21 dicembre 2021 alcune precisazioni  per  casi di  riscatto di periodi anteriori al 1° gennaio 1996  e accesso alla pensione anticipata con Opzione Donna .

L'istituto ricorda che  a causa della scelta  di adesione al sistema contributivo al riscatto si applica il criterio di calcolo detto "a percentuale" e cio consente di utilizzare per il riscatto degli anni di laurea , il regime agevolato .

La norma istitutiva del 2011 però  preclude l’accesso a pensione per i soggetti in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, e, pertanto, preclude anche l’accesso alla pensione anticipata c.d. opzione donna. 

L'istituto con il messaggio di ieri  riconosce la  situazione di incertezza che si è generata in sede di prima applicazione delle indicazioni circolari n. 6 del 2020 e n. 54 del 2021.

Vengono anche preso in considerazione le indicazioni giunte dai Patronati  sul fatto molte  lavoratrici  in buona fede, hanno  esercitato la facoltà di opzione al sistema contributivo proprio con lo scopo di avvalersi del diverso metodo di calcolo dell’onere di riscatto  di laurea , intendendo  poi  accedere alla pensione con opzione donna.

Cosi, afferma il messaggio:   "in via d’eccezione, si dispone che l’esercizio della facoltà di opzione al sistema contributivo, che non abbia prodotto effetti sostanziali fino al pagamento anche parziale dell’onere del riscatto, non preclude il riconoscimento del diritto alla pensione anticipata c.d. opzione donna  purche la domanda di accesso a quest’ultima sia presentata entro e non oltre il 31 dicembre 2021, e  sempre che risultino soddisfatte le seguenti ulteriori condizioni: 

  • perfezionamento, alla data di presentazione della domanda di riscatto, dei requisiti (anagrafico e contributivo) prescritti
  • esercizio della facoltà di opzione al sistema contributivo e presentazione della domanda di riscatto, in data anteriore a quella di pubblicazione del messaggio"

In sintesi  il messaggio precisa che lo stesso  metodo di calcolo dei periodi di riscatto non impedisce l'accesso a opzione donna  :

  • sia in caso di esercizio della facoltà di opzione al sistema contributivo  avvenuta prima o contestualmente alla presentazione della domanda di riscatto entro il 21 dicembre 2021
  • sia in caso di richiesta di pensione anticipata c.d. opzione donna, contestuale alla predetta domanda di riscatto.

Le interessate potranno quindi richiedere e ottenere il riesame in autotutela  delle domande respinte da parte delle strutture territoriali.